«

»

Lug 29 2020

Stampa Articolo

Allontanato dalla casa familiare rientra aggredendo la moglie, a Valperga arrestato dai Carabinieri

Allontanato dalla casa familiare rientra aggredendo la moglie, a Valperga arrestato dai CarabinieriI Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ivrea hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 33enne rumeno, U.C., disoccupato, pregiudicato, residente a Valperga, resosi responsabile, la scorsa notte, di violenza ed atti persecutori nei confronti della moglie (da cui è in procinto di separarsi) dopo aver violato il divieto di avvicinamento alla consorte ed ai tre figli imposto dall’Autorità Giudiziaria eporediese a seguito del recente arresto, per l’ennesimo episodio di violenza, avvenuto solo nel giugno scorso.
L’altra notte l’ultima aggressione. L’uomo, incurante delle prescrizioni imposte, si presentava infatti a casa della moglie con alimenti e bevande alcoliche, già in evidente stato di ebbrezza. Dopo essersi recato in cucina ed aver consumato del vino afferrava un coltello dal cassetto, mostrandolo alla donna e dicendo che avrebbe ucciso tutti se fosse arrivato qualcuno a casa. I figli minori, presenti e impauriti, si recavano immediatamente nelle loro stanze. Il più grande di loro, in questo frangente, percependo il pericolo, aveva la prontezza di contattare di nascosto i militari dell’Arma che accorrevano tempestivamente presso l’abitazione, scongiurando pericoli per l’incolumità dell’intero nucleo familiare e traendo nuovamente arresto il cittadino rumeno.
L’Autorità Giudiziaria, nel convalidare la misura restrittiva dell’arresto, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/alto-canavese/allontanato-dalla-casa-familiare-rientra-aggredendo-la-moglie-a-valperga-arrestato-dai-carabinieri/53372