«

»

Apr 15 2020

Stampa Articolo

Tre Terre Canavesane: salta il Mercato della Terra di S. Giorgio, attesa per Calici e Ceramica

Tre Terre Canavesane salta il Mercato della Terra di S. Giorgio, attesa per Calici e CeramicaLa situazione generale per il turismo italiano e, ovviamente, anche per il turismo in Canavese attualmente è drammatica. Tutte le imprese e le attività del territorio auspicano che la riapertura e la possibilità di spostamento riprenda al più presto. Se la situazione è certamente grave, va detto anche che un sondaggio di Confturismo-Confcommercio ci dice che l’83% degli Italiani farà le vacanze in Italia. Ecco allora che il turismo di prossimità ridiventa una chance di rilancio per il Canavese, in quanto sicuramente i viaggi di lungo raggio subiranno una contrazione, mentre la gente preferirà destinazioni turistiche più vicine e “naturali”.
I sindaci delle Tre Terre Canavesane, Agliè, Castellamonte e San Giorgio Canavese avevano in programma un ricco calendario di eventi di qualità per il periodo primaverile ed estivo che, ovviamente, sono stati messi in difficoltà dello stato di emergenza.
Il Sindaco di San Giorgio Canavese, Andrea Zanusso: “Per il Mercato della Terra e delle Biodiversità, che era previsto a inizio maggio, si è ovviamente deciso di soprassedere ma stiamo sentendoci con i produttori per organizzare eventualmente una edizione straordinaria in concomitanza con la fiera di novembre, valutando poi se sarà opportuno razionalizzare sforzi e risorse economiche per una edizione speciale per il 2021”
Il Sindaco di Agliè, Marco Succio: “Calici tra le Stelle, prevista per luglio, attualmente è ancora in programma, tuttavia l’organizzazione ha subìto un’ovvia sospensione. La live sponsor - Copiadeadline per poter procedere senza intoppi è stabilita nei primi giorni di maggio, periodo in cui, dopo aver sentito tutte le parti che collaborano nell’organizzazione, dovremo prendere una decisione. Decisione che necessariamente non potrà tener conto solo della mera possibilità di movimento delle persone, ma anche delle modalità delle stesse (un evento di degustazione con l’obbligo di distanziamento sociale sarebbe di difficile gestione) e degli umori della gente che non sappiamo se sarà propensa, qualora possibile, a partecipare ad eventi che prevedano affollamenti. – prosegue Succio – Un’ultima considerazione, non meno importante delle prime è quella economica. Eventi come Calici tra le Stelle sono sostenibili anche grazie alla disponibilità degli sponsor che da sempre ci supportano. I problemi economici generati dall’emergenza sanitaria, potrebbero assottigliare queste disponibilità e sarebbe eticamente inopportuno andare a chiedere ulteriori sacrifici a chi già sta faticando a rialzarsi da una situazione economica senza precedenti”.
Il Sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza: “Avevamo in programma una edizione davvero straordinaria per la 60° edizione che cade quest’anno ed ovviamente al momento la Mostra della Ceramica è confermata. Studieremo con attenzione al momento della riapertura le modalità per organizzare una Mostra nel rispetto delle regole e per offrire al tempo stesso un evento di qualità. Contiamo sul fatto che la Regione Piemonte voglia investire nel rilancio del settore turistico che è stato così penalizzato in questo periodo e crediamo fortemente che una delle gambe del nuovo sviluppo e della ripartenza del Canavese debba proprio essere il turismo.”

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/castellamonte/tre-terre-canavesane-salta-il-mercato-della-terra-di-s-giorgio-attesa-per-calici-e-ceramica/51921