«

»

Nov 10 2017

Stampa Articolo

Carni avariate: la ditta indagata riforniva l’ospedale di Ciriè

Carni avariate la ditta indagata riforniva l'ospedale di CirièRifornivano mense a scuole e ospedali con carni avariate. Si tratta di una azienda toscana con appalti in 43 enti pubblici italiani in 6 regioni: Piemonte (3), Lombardia (13), Veneto (2), Emilia Romagna (1), Toscana (14) e Lazio (8).
5 le persone arrestate, 19 quelle denunciate tra cui compaiono anche militari e veterinari dell’Asl: mezza tonnellata di carne è stata sequestrata.
La ditta al centro dell’inchiesta riforniva anche la mensa dell’Ospedale di Ciriè .
Si era aggiudicata l’appalto nel mese di marzo 2017 per fornire alla mensa dell’Ospedale di Ciriè carni bianche e uova. L’appalto scadrà nel mese di marzo 2018, ma da ieri, in via precauzionale, l’ASL TO4 ha sospeso gli ordini.
“Peraltro – riferisce il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone – tutte le derrate sono soggette a costanti controlli che hanno sempre avuto esiti positivi nell’ambito dell’HACCP il cui responsabile è il Direttore Sanitario del Presidio. Nella giornata di ieri, ci siamo sentiti con l’Azienda ospedaliero-universitaria San Luigi, rifornita dallo stesso fornitore, e abbiamo deciso di richiedere chiarimenti allo stesso circa le notizie stampa prima di ulteriori provvedimenti”.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/carni-avariate-la-ditta-indagata-riforniva-lospedale-di-cirie/40189