«

»

Nov 08 2017

Stampa Articolo

Il punto sulla messa in sicurezza delle linee Canavesana e Torino-Ceres

Il punto sulla messa in sicurezza delle linee Canavesana e Torino-CeresTORINO – “A che punto sono i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della linea canavesana e della Torino Ceres, che dovrebbero svolgersi entro i prossimi due anni?”. Lo ha chiesto Nadia Conticelli (PD), presidente della Commissione Trasporti, durante il Question Time nella seduta di martedì 7 novembre del Consiglio regionale. “Ogni giorno, sia sulla Sfm1 che sulla SfmA – prosegue Conticelli – si segnalano notevoli ritardi, guasti, assenza di riscaldamento sulle carrozze, passaggi a livello bloccati e condizioni di sovraffollamento nelle ore di punta. Nel mese di ottobre, inoltre, entrambe le tratte hanno registrato ripetuti guasti alle apparecchiature di bordo e agli impianti di controllo dei rotabili utilizzati da Gtt, con conseguenti ritardi e cancellazioni”.
Conticelli pone poi l’attenzione sulla Sfm1: “L’assessorato regionale ai Trasporti sta predisponendo interventi di ammodernamento della linea Canavesana – sottolinea Conticelli – prevedendo, in particolare, l’elettrificazione della tratta Rivarolo-Pont, l’ultima su cui viaggiano ancora solamente motrici alimentate a gasolio. Si tratta di interventi indispensabili per garantire un più affidabile ed efficiente servizio all’utenza e di un primo passo per la ristrutturazione dell’intera tratta con importanti investimenti per complessivi 14,6 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza, grazie ad uno stanziamento regionale di 2,8 milioni e a Fondi FSC per 11,8 milioni. Gli investimenti da parte della Regione trovano riscontro anche nel Bilancio di previsione finanziario 2016-2018, in cui si evidenziava un investimento di 500mila euro per le opere di manutenzione sulle linee ferroviarie Canavesana e Torino-Ceres, e di altri 500mila euro per la soppressione di passaggi a livello e l’accesso alle stazioni ferroviarie da parte dei disabili. L’avvio degli annunciati lavori di messa in sicurezza e ammodernamento sulle tratte interessate ad oggi, però, non risultano essere ancora iniziati”. L’assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco ha confermato lo stanziamento di 11 milioni e 892mila euro del Piano Nazionale della Sicurezza Ferroviaria per l’adeguamento della sicurezza della linea Canavesana agli standard esistenti sulla rete nazionale gestita da Rfi. Dovrà poi essere stipulata una convenzione tra la Regione Piemonte, il Ministero, Gtt e Rfi. L’inizio delle procedure per la progettazione e l’appalto del primo lotto, per un investimento di 7 milioni e 189mila euro, è previsto per gennaio 2018, ed il termine per la realizzazione a fine 2019, mentre l’avvio della prima fase del secondo lotto, per una spesa prevista di 4 milioni e 702mila euro, è previsto a gennaio 2019 e la conclusione a fine 2020.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/il-punto-sulla-messa-in-sicurezza-delle-linee-canavesana-e-torino-ceres/40159