«

»

Ott 25 2019

Stampa Articolo

Le aziende in crisi nell’area del torinese

Le aziende in crisi nell'qarea del torineseTORINO – L’area metropolitana di Torino conta circa 100mila addetti metalmeccanici
La situazioni di crisi riguarda una quindicina di aziende, tra cui la MTD Tiberina di Sparone, per un totale di 3296 lavoratori.
A questa situazione bisogna aggiungere la cassa integrazione in FCA, Carrozzeria e Agap, che riguarda oltre 4000 addetti, anche con fermate temporanee e limitate.
I dati sono stati diffusi da Claudio Chiarle, Segretario Generale FIM-CISL Torino e Canavese.
«L’impatto soprattutto sull’automotive è forte – dice Chiarle – ed è dato anche dal rallentamento delle economie francesi e tedesche per cui l’export automotive rallenta. In Piemonte vi sono circa 58mila addetti nel settore automotive, esclusa FCA, un terzo del valore complessivo con un fatturato di 46 miliardi in Italia di cui il 38% FCA; 18 miliardi in Piemonte di cui il 45% FCA. Considerando un rapporto 1 a 3 sull’indotto, abbiamo circa 20/25mila posti di lavoro a rischio prevalentemente nel automotive. Va tenuto conto – conclude Chiarle – che l’elenco è delle aziende in crisi in cui il Sindacato è presente quindi non è un elenco esauriente.»

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/le-aziende-in-crisi-nellqarea-del-torinese/49699