«

»

Set 15 2018

Stampa Articolo

Maxi Emergenza del 118: la struttura premiata dall’Organizzazione mondiale della sanità

Maxi Emergenza del 118 la struttura premiata dall’Organizzazione mondiale della sanitàROMA – Prestigioso riconoscimento per la struttura regionale di Maxiemergenza del 118, nell’ambito della 68ma sessione della Commissione europea dell’Organizzazione mondiale della sanità, dedicata al tema della medicina di urgenza che inizia a Roma lunedì prossimo e si protrarrà sino al 20 settembre.
L’assessore regionale alla sanità, Antonio Saitta, interverrà lunedì mattina per ritirare il riconoscimento che la Commissione WTO ha attribuito alla struttura di maxiemergenza regionale del 118, che ha sede a Saluzzo.
A Roma saranno presenti, con Saitta, il direttore generale dell’Asl Cn1, Salvatore Brugaletta, ed il responsabile della struttura, Mario Raviolo.
A fine agosto, la Commissione di esperti ha sottoposto la struttura di Maxiemergenza ad uno scrupoloso esame, ottenendo la certificazione che attesta il rispetto degli standard previsti per l’EMT2 – struttura in grado di operare in tutto il mondo nel corso di catastrofi con un team medico-chirurgico di altissimo livello professionale.
Per l’assessore Saitta: “La struttura della Maxi-emergenza rappresenta un punto di forza della sanità piemontese ed è motivo di soddisfazione che sia riconosciuta a livello nazionale ed europeo.
La visita della Commissione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato l’elevato livello di una struttura che è sempre disponibile quando si verificano eventi avversi di particolare rilevanza. Il riconoscimento che lunedì verrà attribuito alla nostra Regione è per noi un motivo di orgoglio e va condiviso con tutti gli operatori del servizio 118 che sono costantemente attivi sul territorio h 24 per 365 giorni all’anno.”
La Struttura regionale è unica in Italia ed una delle quattro certificate EMT2 in tutta Europa.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/maxi-emergenza-del-118-la-struttura-premiata-dallorganizzazione-mondiale-della-sanita/44373