«

»

Nov 23 2020

Stampa Articolo

Nuovo ospedale di Ivrea: passano gli anni ma non passano le divisioni

Le diverse opinioni non sono sparite semplicemente perchè sono passati alcuni anni.
Nuovo ospedale di Ivrea passano gli anni ma non passano le divisioniDopo l’ennesimo intervento politico, Giuseppe Summa, segretario territoriale del Nursind, il sindacato delle profesioni infermieristiche, dichiara: “Adesso basta! Siamo stanchi di continuare ad assistere a questo ping pong. Dopo anni, finalmente sembrava che il progetto del nuovo ospedale si stesse concretizzando, individuandone anche la localizzazione a Ivrea. Non ci possiamo permettere che esponenti politici nazionali o locali stravolgano tutto con dichiarazioni che mettono in dubbio ogni volta le decisioni prese.”
Il riferimento di Summa è alle recenti dichiuarazioni della senatrice di Forza Italia, Virginia Tiuraboschi sulla migliore collocazione dell’ipotetico nuovo ospedale. Secondo l’esponente di Forza Italia sarebbe l’area ex Olivetti di Scarmagno.
Sull’ipotesi nuovo ospedale la Lega ha tenuto una riunione fra i sindaci, Assessore Regionale alla Sanità e il vicePresidente della Commissione Sanità Andrea Cane: per il Sindaco di Ivrea, la maggioranza comunale di Ivrea e i Sindaci intervenuti la location naturale del nuovo Ospedale è l’area ex Montefibre. A dare forza alla posizione la dichiarazione del deputato leghista Alessandro Giglio Vigna: “Gli ospedali nascono nelle città, fuori da queste rendono la logistica degli stessi complicata e macchinosa.”
“Un dibattito che non serve realmente al territorio” dice Summa. “Se il progetto attuale non va bene, si motivi il perché e si lavori seriamente affinché il progetto possa partire. Non si perda altro tempo.”
Nella realtà quel dibattito era ben presente anni fa, quando era stato fatto uno studio preliminare per indicare la collocazione ideale della nuova struttura. Non vorremmo ricordare male ma, con buona pace di tutti, il Politecnico di Torino che si occupò del piano, non indicò nè Ivrea, nè Scarmagno, ma il territorio di San Giiorgio Canavese.
In quei mesi nacquero le divisioni e le opinioni che oggi vengono riproposte e che non sono sparite semplicemente perchè sono passati alcuni anni.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/nuovo-ospedale-di-ivrea-passano-gli-anni-ma-non-passano-le-divisioni/54837