«

»

Mag 30 2020

Stampa Articolo

Un kalashinikov tatuato sul collo, preso il rapinatore del parco del Valentino

Un kalashinikov tatuato sul collo, preso il rapinatore del parco del ValentinoAccerchiato e picchiato da quattro persone che gli hanno rubato il cellulare, i soldi e una collana. La vittima, un italiano di 29 anni, è stata buttata a terra e picchiata con violenza dal gruppo e ferita leggermente con un coltello. Dopo il raid, i quattro si sono allontanati ma il 29enne li ha seguiti e a uno di loro ha chiesto di poter riavere il cellulare. “Dammi 100 euro e ti restituiamo il telefono” è stata la risposta.
E’ accaduto la notte tra il 30 novembre e il 1° dicembre dell’anno scorso, davanti a una discoteca all’interno del parco del Valentino. Il giorno successivo il 29enne ha denunciato l’episodio ai carabinieri della Stazione Torino San Salvario e ha precisato che uno dei suoi aggressori era un ragazzo alto 1,60 circa, con i capelli corti e con un tatuaggio sul collo raffigurante un kalashnikov. Gli accertamenti dei carabinieri hanno permesso di individuare il rapinatore anche grazie al tatuaggio. Si tratta di un cubano di 22 anni, abitante a Torino, con precedenti penali. I carabinieri lo hanno rintracciato e gli hanno notificato un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dal Gip della Procura di Toruino, perché ritenuto responsabile, in concorso con altre persone, di rapina, lesioni ed estorsione.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/cronaca/un-kalashinikov-tatuato-sul-collo-preso-il-rapinatore-del-parco-del-valentino/52700