«

»

Set 14 2018

Stampa Articolo

Da sabato 15 cinque concerti “I Colori di Settembre”

L’associazione “Il Timbro” ripropone i concerti a ingresso gratuito de “I Colori di Settembre”. La proposta artistica si è ampliata, ad esempio, con il concertista ungherese Zsombor Sidoo, giovanissima promessa della chitarra, ma anche con il violinista torinese di origini argentine Lautaro Acosta e con il gruppo Tango Sonos. Ai quattro concerti nei Comuni dell’Unione della Serra si aggiunge un appuntamento all’insegna della musica latina al Castello di Parella. La prospettiva divulgativa è l’elemento chiave: a eccezione del concerto di apertura, gli altri spettacoli verranno brevemente introdotti dalla pianista Giorgia Delorenzi.
La rassegna si aprirà nella sede di “Vistaterra” nella Corte dei Mercanti del Castello di Parella sabato 15 settembre alle 20,30 con la musica latinoamericana dei Tango Sonos, ai quali si aggiunge Giacomo Agazzini, docente di violino presso il Conservatorio di Torino. Pianoforte, bandoneon e due violini creeranno l’atmosfera di una serata all’insegna del divertimento e del ritmo.
Domenica 16 settembre alle 18 appuntamento al Teatro Bertagnolio di Chiaverano: Stefano Musso al pianoforte e Vladimir Mari al violino proporranno la sonata numero 1 di Brahms e la sonata numero 7 di Beethoven per violino e pianoforte.
Venerdì 21 settembre alle 20.30 nella chiesa dei Santi Pietro a Paolo a Bollengo il chitarrista ungherese Zsombor Sidoo proporrà un viaggio nella storia della chitarra, utilizzando uno strumento di fattura romantica per suonare la musica barocca di Joan Sebastian Bach e del compositore spagnolo Daniel Aguado, per poi passare alla chitarra moderna e alle composizioni del messicano Manuel Ponce.
Sabato 22 settembre alle 20,30 nel Castello Basso di Burolo sarà la volta del duo chitarristico Tomasi-Musso, reduce da una brillante tournée in Messico. Le musiche di Debussy e Ravel porteranno l’ascoltatore al centro dell’impressionismo musicale francese, dove i colori e i timbri unici della chitarra daranno nuova vita alle opere originali per pianoforte. Le trascrizioni sono originali del duo.
“I Colori di Settembre” chiuderanno domenica 23 settembre alle 18 nella chiesa parrocchiale di Albiano, dove il “Trio Chagall” eseguirà due capolavori di Beethoven e Shostakovich. Il primo, composto nel 1808 e dedicato alla contessa Anna Marie Erdoty, è uno dei vertici assoluti della produzione cameristica del compositore tedesco, mentre la composizione di Shostakovich, scritta tra il febbraio e l’agosto 1944, riflette tutta la drammaticità del momento storico.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/eporediese/da-sabato-15-cinque-concerti-i-colori-di-settembre/44351