«

»

Set 07 2012

Stampa Articolo

Erbaluce: vendemmia 2012 di qualità

CALUSO – L’Erbaluce di Caluso sempre più sinonimo di grande vino. A dimostrarlo è la crescita del 60% dell’imbottigliato, registrata negli ultimi anni. E la vendemmia 2012 sarà a cinque stelle.
È un momento d’oro quello vissuto dall’Erbaluce. Oggi la produzione della denominazione si attesta su 1.300.000 bottiglie.  Il dato è ancor più interessante se si considera che la superficie a vigneto è aumentata solo del 5%, il che significa che molto del vino che prima veniva venduto sfuso è ora prodotto come vino di qualità. Merito dei produttori, che hanno resistito al fascino delle mode puntando sul proprio autoctono, oggi sempre più riconosciuto dal mercato.
Una scelta che ha ripagato nel tempo e che, con la vendemmia 2012, porterà ulteriori soddisfazioni.
Secondo il Presidente Cantina Produttori Erbaluce di Caluso, Bartolomeo Merlo si tratta di un’ottima annata. La quantità subirà una flessione che varierà dal 20 al 30% rispetto allo scorso anno, a causa del numero minore di grappoli di uva “usciti” in primavera. Ma le uve si presentano perfettamente sane e la qualità sarà più che buona: non si sono verificati infatti eventi meteo eccezionali, ad eccezione di una grandinata che ha colpito la zona di Orio e Montalenghe. Pochi gli attacchi di malattie fungine  e di parassiti. E secondo il principio che vede inversamente proporzionali qualità e quantità, la prima sarà davvero eccezionale, con ottimo corredo zuccherino e acidico. Anche il grande caldo non ha creato particolari problemi perché nel territorio non vi sono state complicazioni legate alla siccità.
Insomma tutto è pronto per la vendemmia: «Abbiamo diviso le zone – ha sottolineato il Presidente Cantina Produttori Erbaluce di Caluso, Bartolomeo Merlo – perchè in alcune le uve sono più mature ed in altre meno. Così la vendemmia inizierà martedì 11 settembre per i vigneti più avanti e meglio esposti, la settimana successiva, a partire da martedì 18, per le altre zone.»
Alla Cantina di Caluso i prezzi di vendita rimarranno invariati rispetto allo scorso anno, quando vennero ritoccati a causa dell’aumento dell’Iva. Ed i soci continuano ad essere sempre 170 perché «la nostra capacità di lavorazione consente di soddisfare questi numeri.»
In generale le aziende e le cantine sociali produttrici di Erbaluce di Caluso docg sono una trentina, mentre 366 sono i vignaioli iscritti all’Albo. Di questi, 332 hanno rivendicato quasi 158 ettari di Erbaluce di Caluso, per un totale di oltre 14mila quintali di uva, pari a circa 9.700 ettolitri di vino, lo 0,43% del totale regionale.
Il valore si aggira sui 7,8 milioni di euro, appunto per una produzione di circa 1 milione 300mila bottiglie. Il mercato interno è stabile, dopo la flessione di qualche anno fa. Per chi esporta la congiuntura interna è compensata dai buoni risultati delle vendite negli Stati Uniti, piazza in crescita per i vini italiani.

Permalink link a questo articolo: http://www.damasio.it/calusiese/erbaluce-vendemmia-2012-di-qualita/8373